Contratti porta-a-porta: non aprite quella porta!

Vogliamo spendere ancora tempo e parole a parlare dell’immagine che vedete allegata a questo articolo, perché  purtroppo non è mai abbastanza.

Si tratta di un volantino che gira per tutti i quartieri del capoluogo e dei comuni della provincia ormai da anni.

Leggendolo pare quasi che si tratti di un’informativa che ci dice che DOBBIAMO aprire la porta ad incaricati che passeranno a controllare le nostre bollette (controllare le nostre bollette??). Queste persone, che non sono dipendenti di IREN anche se vi dicono di fidarvi di un banale tesserino, passano di casa in casa, controllano le nostre bollette e cambiano i nostri contratti.

E’ importantissimo ricordare che per cambiare un contratto basta avere alcuni codici presenti nelle nostre fatture. Scordiamoci le firme in mille copie, o qualsiasi altra modalità.

Una paio di codici, copiati da una bolletta, qualche dichiarato per telefono e i contratti piovono dal cielo.

Quello che come associazione noi vorremmo ricordare a tutti è quanto segue: NESSUNO DI VOI E’ OBBLIGATO A FAR VEDERE I PROPRI DOCUMENTI PERSONALI A DEGLI SCONOSCIUTI SULLA PORTA. Non siete obbligati a far entrare in casa persone che non conoscete. La liberalizzazione del mercato è stata prorogata al 2020, non ci sono scadenze imminenti. Diffidate di chi vi propone offerte irripetibili, seguite il buon senso. NON FATE ENTRARE SCONOSCIUTI IN CASA, nemmeno se hanno un tesserino. Non fate vedere le vostre bollette e non leggetele per telefono a nessuno. 

Se avete dubbi  o perplessità chiamate le autorità: polizia municipale, polizia di stato, carabinieri. Se volete una consulenza contattate Federconsumatori, vi aiuteremo ad annullare qualsiasi contratto indesiderato (0522/43317).

 

L. Lusenti

 

1796total visits,2visits today