Caso Diamanti: cosa succederà nelle prossime settimane

Il 13 maggio 2019, a Milano, si terrà un nuovo ulteriore appuntamento tra la dirigenza BPM e la delegazione di Federconsumatori.

Durante l’ultimo incontro, a Milano, l’otto aprile scorso, Federconsumatori aveva chiesto l’impegno alla dirigenza BPM di rimborsare il 100% del capitale investito in diamanti ad ogni risparmiatore.

Il rilancio da parte dell’Associazione è stato ritenuto necessario e anzi dovuto nei confronti delle migliaia di persone rappresentate, proprio a seguito dell’apertura da parte della Guardia di Finanza, di un’indagine nei confronti della dirigenza BPM che ha visto la conseguente sospensione di diversi dirigenti, tra i quali il Direttore Generale Maurizio Foroni, in quanto indagato.

A questa situazione si è sommato il fallimento di IDB (società che ha venduto le pietre) nello scorso gennaio 2019, rallentando ed in molti casi bloccando la restituzione delle pietre ai risparmiatori che ne stavano facendo richiesta.

A fronte di questa situazione e della conseguente richiesta avanzata da Federconsumatori, BPM aveva chiesto qualche settimana per le valutazioni del caso e per avanzare una controproposta.

La data del 13 maggio è stata comunicata a due ore dall’assemblea generale indetta proprio da Federconsumatori Reggio Emilia per i propri associati, il 24 aprile 2019.

L’appuntamento con i risparmiatori ha -come sempre- l’obiettivo di aggiornare tutti riguardo le ultime evoluzioni della vicenda, rispondere alle domande, dare chiarimenti, confrontarsi ed infine organizzare iniziative volte a sollecitare una chiusura soddisfacente e rapida.

Sarà quindi il 13 maggio, il giorno in cui un confronto atteso ed importante porterà ad una proposta -speriamo- definitiva.

L’obiettivo di Federconsumatori è quello di ottenere il miglior risultato possibile, velocizzando i tempi che a causa della situazione della IDB si sono incredibilmente rallentati, e poter proporre una soluzione che risparmia agli associati il peso economico, emotivo e temporale di dover affrontare una causa.
Dopo il 13 maggio saremo in grado di dare una risposta definitiva rispetto alla posizione di BPM riguardo la percentuale di rimborso alla quale sono disposti a far fronte.

Cliccando qui una breve intervista al Presidente Federconsumatori Reggio Emilia Rino Soragni

2840total visits,7visits today