LA CRISI, GLI STIPENDI DEI DIRIGENTI IREN ED I CONSUMATORI

E’ notizia di questi giorni che siano stati rimpinguati stipendi dirigenziali certamente non scarni. Gli stipendi a cui ci riferiamo sono quelli dei dirigenti Iren.

Non siamo nati ieri” dichiara Trisolini, Presidente di Federconsumatori Reggio Emilia.

Sappiamo che con i dividendi di Iren si sostengono i servizi sociali della nostra città e degli altri comuni soci, e per quanto sia vero che anche la crisi è ad un prima svolta, è altrettanto vero che questi anni hanno profondamente segnato il paese e chi ci vive. La realtà che si profila non ha più nulla a che vedere con ciò che conoscevamo. In Italia sono 6milioni i poveri. Moltissimi non hanno lavoro e non hanno reddito. Molte di queste persone si rivolgono anche alla nostra associazione per chiedere aiuto ed assistenza: perché non riescono a pagare il riscaldamento, l’affitto, la spesa. Non sono cose lontane dal nostro quotidiano. Per cui saranno certamente veri e importanti gli interventi economici che Iren effettua sulla città e sulla provincia ma è altrettanto vero che non dovremmo “pagarli” con aumenti alla dirigenza, in particolare in questo momento. Questo è un gesto che come minimo poteva attendere. Anche per questo siamo a fianco dei pochi sindaci che hanno espresso parere contrario ai maxi stipendi dei dirigenti di Iren”.

Federconsumatori Reggio Emilia