MANIFESTAZIONE CASO DIAMANTI: DOMANI MATTINA MANIFESTAZIONE

+++Ricordiamo che domani mattina, alle ore 10:00, davanti alla sede reggiana di BPM, in via Roma, ci sarà la manifestazione a tutela del risparmio tradito+++

ALCUNI DATI:

– Si sono complessivamente rivolti all’associazione Federconsumatori Reggio Emilia circa 500 nuclei familiari dove uno o più componenti della famiglia hanno investito in diamanti;

– Gli istituti di credito più coinvolti sulla nostra provincia sono BPM, MPS e UNICREDIT;

– L’istituto bancario del territorio maggiormente coinvolto è la BPM. Solo sulla provincia di Reggio Emilia parliamo di un capitale investito complessivo di euro 9.870.859,28 . I nuclei familiari coinvolti sono, solo con questo istituto e solo nella provincia di Reggio Emilia, 274.

INIZIATIVE:

L’associazione ha messo in atto diverse iniziative a partire da un primo incontro pubblico a fine 2017 con il quale si sono ricevute le prime richieste di consulenza.

Successivamente un team di 5 avvocati ha ricevuto ed assistito tutti coloro che hanno richiesto anche solo una consulenza.

Gli appuntamenti sono ancora attivi e sono fissati, per i primi contatti, fino a luglio 2018.

Si sono susseguiti alcuni incontri con i referenti degli istituti. La nostra attenzione è concentrata in particolare su BPM, istituto con il quale abbiamo la stragrande maggioranza dei casi e degli investimenti e che, a differenza di tutte le altre banche (che stanno avviando o hanno avviato trattative o proposte di rimborso) non ha ancora aperto un tavolo, avanzato delle proposte o accolto le nostre.

Proprio per questo nelle ultime settimane abbiamo iniziato ad avviare una campagna informativa dedicati ai risparmiatori clienti di BPM, convocandoli in tre diversi incontri che abbiamo tenuto tra fine aprile e inizio maggio 2018.

Nel tentativo di smuovere, da un punto di vista politico, la dirigenza di questo istituto MANIFESTEREMO il 29 maggio, alle 10.00 davanti alla sede cittadina di BPM, in via Roma.

Si tratta di un presidio regionale che coinvolgerà tutte le provincie delle regione nelle quali si sono verificati casi di questo tipo.

Oltre a questa iniziativa, importantissima, volta a convogliare l’attenzione su questa banca stiamo anche per avviare la procedura della media conciliazione così da agire sia sotto il punto di vista massmediatico e politico che su quello legale e tecnico, così da tutelare a 360 gradi tutte le persone che, numerosissime e molto preoccupate, si sono rivolte a noi.